17 aprile 2012

La risposta di Alessandro Benetton contro i licenziamenti Autogrill

Ecco le parole di Alessandro Benetton contro il licenziamento di 76 lavoratrici Autogrill e in risposta all'offensiva lanciata da numerose pagine web: "Buongiorno a tutti, rispondo solo ora perché, come in molti già sanno, ci tengo a farlo di persona. Nelle ultime ore alcuni di voi mi hanno chiesto, intervenendo su questa pagina, di prendere una posizione rispetto a temi relativi alla società Autogrill. Autogrill è una società che è quotata presso la Borsa di Milano e ha quindi un suo management e governance ben distinti da quelli di Benetton Group. Non è mio compito nè è legittimo che io intervenga nella gestione operativa di un'azienda che non è quella per la quale ricopro incarichi operativi. Allo stesso tempo ho piena fiducia nell'operato del management di Autogrill che so si sta occupando di questa questione."


Allego anche la foto in cui il moderatore della pagina dice: "Ciao, chi scrive ora è il moderatore di questa fanpage e non Alessandro Benetton. Ieri sera ho scelto di eliminare manualmente alcuni commenti perché ritenuti troppo offensivi così come altri sono stati invece bloccati automaticamente dal sistema poiché contenevano un linguaggio volgare o sconveniente. Sono certo che Alessandro Benetton interverrà a breve di persona. Grazie."

Voglio ricordare che facebook non blocca i commenti che contengono un linguaggio volgare o sconveniente, blocca solo quelli considerati spam, ovvero: chi nel commento inserisce link, chi scrive maiuscolo, chi ripete più volte la stessa cosa.






2 commenti:

  1. Matteo, in realtà Facebook modera anche tutti i contenuti che contengono termini inseriti in una blacklist di parole "proibite", tipicamente parolacce e offese di vario genere. Probabilmente c'è stato anche una cancellazione automatica di questo genere...

    RispondiElimina
  2. Beh sì può darsi, però mi sembrava strano perchè, sulla mia pagina, facebook non cancella mai i commenti con parolacce o offese, mentre per i motivi da me citati li cancella. Comunque sai, facebook fa talmente come gli pare che può anche essere :)

    RispondiElimina