2 febbraio 2012

Bologna, stazione nel caos. Le testimonianze di italiani e stranieri: "Solo in Italia!"

La neve caduta a Bologna ha mandato in tilt l'intero sistema ferroviario con centinaia di passeggeri fermi ad aspettare. Ecco le testimonianze dei viaggiatori.




2 commenti:

  1. Per la serie "facciamoci sempre riconoscere"!

    RispondiElimina
  2. vi parlo proprio da bologna e vengo ora ora dalla stazione: bisogna stare attenti con gli allarmismi riguardo i disservizi e innanzitutto cauti riguardo le persone intervistate. È vero che ci sono state numerose soppressioni e svariati ritardi, ma teniamo conto che (1) Bologna è lo snodo più importante d'Italia, delle dimensione di Francoforte e sicuramente il doppio o il triplo più grande di qualsiasi stazione della Polonia (mi dispiace per l'indignazione della signorina), (2) una nevicata così non accadeva da 40, 50 anni (e guardando fuori dalla finestra nevica ancora), (3) ci vogliamo meravigliare SOLO ora dei disservizi di Trenitalia? Chi è abituato a prendere il suo regionale ogni due settimane si è ormai abituato ad ogni genere di problemi e aumenti del costo del biglietto (proprio oggi il mio da 12.30 a 12.55 chissà perché) e quindi vorrei sapere se i vari signori intervistati fossero dell'utenza Freccia rossa/bianca/argento e si stessero lamentando per il fatto che con tutto quello che hanno pagato il loro treno ha una (ragionevole) ora di ritardo. Anche riguardo al problema dell'aereoporto bloccato: cosa possono fare? Scogliere la neve ancora prima che tocchi terra? Certo per le strade di Bologna bastava mettere un po' di sale (e non si è isto per niente). In sostanza è troppo facile lanciare queste notizie sensazionalistiche col solo scopo di mettere un bel punto esclamativo alla fine del titolo cfr sopra.

    RispondiElimina