30 dicembre 2011

Chavez parla del suo partito: è Socialista e Cristiano, non marxista!

Per saperne di più sul pensiero di Chavez, ecco un video delle sue parole (sotto c'è la traduzione):



Traduzione:
L'importante è che nasca bene "il bimbo" ... o "la bimba": il partito! Guarda io ho credo ciecamente in questo partito: il partito socialista. E' vero, non ne ha bisogno, né io ne ho bisogno: ma il popolo sì che ne ha bisogno! La rivoluzione ne ha bisogno! La rivoluzione ne ha bisogno! E' necessario per l' unità popolare, per la coesione politico - ideologica. Se il partito comunista continua ad insistere con l'imposizione del Marxismo - Leninismo che facciano pure ... io non litigherò certo con loro ... no no no! Adesso, il partito socialista non prenderà la bandiera del Marxismo - Leninismo perché si tratta di un DOGMA che è già vecchio: dobbiamo creare la nostra dottrina. Chi non è d'accordo con tutto ciò ha tutta la libertà di non stare quì e andare col partito comunista dove ci sono libri dogmatici come quelli sul Marxismo - Leninismo. Lo stesso ruolo della classe operaia è tutt'oggi già un altro. E quella cosa della classe operaia ... come recitava Juan? "Motore della storia". Il lavoro oggi è un'altra cosa, è differente. Guardate: Fidel Castro, che è comunista, beh Fidel Castro è un esempio di un uomo che con i suoi 81 anni, nel XXI secolo, pensa al futuro. E lui mi ha detto: "Chavez, vedi, ok questa tua posizione e tutto ... ma il mondo di oggi è diverso ... c'è il mondo dell'informatica, della telematica ... " Carlo Marx non avrebbe neanche potuto immaginarselo ... è un altro mondo! Quindi poi tutta questa dinamica globale ... E' lo stesso del cristianesimo ... Guardate, Daniel Ortega ... sentite questo che mi ha detto Danie,l lo rendo pubblico ... parlando nella piazza durante la rivoluzione ... io gli domando: "Ascolta Daniel ... e quella cattedrale?" era una cattedrale molto antica, che si trova a Managua ... c'è una croce lì ... dunque lui mi confida questo: "Guarda Chavez (Hugo... mi dice) pensa che proprio qui c'era Fidel" 17 anni fa ... no, 27 anni fa! quando ci fu il primo anniversario della rivoluzione ovvero il 19 Giugno del 1980. Fidel è stato a Managua e proprio lì emisero un atto. E mi raccontò Daniel che Fidel gli ha detto ... la cattedrale era distrutta a causa dei bombardamenti, per la guerra etc... e Fidel gli chiese: "Daniel, che farai della cattedrale?" e Daniel rispose: "No, no, no... questa cattedrale è stata distrutta e distrutta rimarrà!" e poi parlò di un prete ect... Fidel controbatte': "Daniel ti suggerisco che il popolo abbia la sua cattedrale! Al dilà del prete di turno, il popolo è credente!" Daniel mi ha confessato che non aver dato retta a Fidel fu un errore! Daniel Ortega oggi è diventato cristiano. Era ateo, oggi è cristiano. A forza di stare a contatto con il popolo è diventato cristiano. Perché il popolo di Nicaragua, suprattutto la parte povera, e noi, abbiamo una grande fede in Cristo! Il Cristo Redentore. Quindi il nostro socialismo dev'essere, come dico io, cristiano! Deve essere bolivariano! E non Marxista - Leninista. E sono totalmente d'accordo con quello che ha detto il camerata e fedele compagno Raúl Isaías Baduel nel suo discorso.



Nessun commento:

Posta un commento