28 novembre 2011

Report - I cellulari causano il cancro?

Il telefono cellulare è rischioso per la salute?
28 anni dopo l'invenzione di Martin Cooper il telefonino ha raggiunto cinque miliardi di persone. A questa impressionante penetrazione nel sistema dei consumi è corrisposto un adeguato interessamento delle autorità sanitarie e dei governi per indagare gli eventuali effetti sulla salute?
Per la prima volta, quest'anno, l'organizzazione mondiale della sanità ha classificato le microonde emesse dal cellulare come "possibili cancerogene". Dietro questa classificazione ci sono stati colpi di scena e conflitti di interesse dei ricercatori coinvolti.
Henry Lai, dell’Università di Seattle, attraverso studi condotti nel lontano 1993 è arrivato alla conclusione che i ratti esposti per 2 ore alle onde del cellulare presentavano il DNA interrotto; questo effetto biologico che può essere all’origine del cancro. Report sostiene che Lai non ha più avuto fondi per continuare le sue ricerche e che il direttore della strategia globale della Motorola, Norman Sandler suggeriva i modi per sminuire i risultati di quella ricerca.
Non solo. Secondo il professor Anders Ahlbom del Karoliska di Stoccolma e di Lennart Hardell, oncologo dell’Università di Orebro: “Le persone che usano il cellulare da un decennio, anche per un’ora al giorno, hanno il doppio di possibilità di sviluppare un tumore. Ma se si restringe il campo e si associa il tumore alla parte del cervello dove si tiene il telefono, il rischio aumenta di cinque volte”.
L'inchiesta di Sabrina Giannini svela i retroscena della scienza finanziata, prevalentemente, dalle industrie del settore. Ecco un estratto della trasmissione:



Nessun commento:

Posta un commento